Condividi
Memorizza
Crea itinerario fino qui
Fitness
Mountain bike

Tour 1430 - Malghe delle Maddalene

Mountain bike
Responsabile del contenuto:
APT Val di Non
  • /
    Foto: Silvia Gentilini, APT Val di Non
  • /
    Foto: Silvia Gentilini, APT Val di Non
  • /
    Foto: Silvia Gentilini, APT Val di Non
Cartina / Tour 1430 - Malghe delle Maddalene
900 1200 1500 1800 2100 m km 5 10 15 20 25 30 35 Malga di Revò Malga di Cloz Chiesa di S. Udalrico a Rumo
Meteo

Questo faticoso tour ai piedi del Gruppo montuoso delle Maddalene sale da Rumo fino su al Passo Castrin per poi attraversare suolo altoatesino lungo le pendici del Monte Ozol e fare ritorno a Rumo.

media
36,7 km
5:00 h.
1270 m
1270 m

Chi si trova a salire le pendici del Gruppo montuoso delle Maddalene partendo da Rumo capisce subito di cosa si tratta: quasi improvvisamente ci si ritrova davanti ad una salita estremamente ripida. Da lontano il gruppo montuoso con i suoi morbidi e verdi pendii si presenta dolce e allo stesso tempo le salite fino al cuore delle montagne sono estremamente impegnative. Di conseguenza non dispiace poter affrontare i primi dislivelli su una stradina secondaria asfaltata che da corte Inferiore porta a Proves a la sua frazione di Matzlaun. A questo punto si può scegliere di proseguire sulla meno ripida stata provinciale in direzione della Val d’Ultimo oppure affrontare la ripida sterrata che sale alle malghe delle Maddalene. Scegliendo questa seconda opzione si viene ripagati dal susseguirsi in discesa delle belle ed ospitali Malga Kessel Bassa, Malga Revò e Malga Cloz che ordinatamente si collocano su un balcone panoramico senza paragoni: le Dolomiti di Brenta, le cime delle Maddalene e la Val di Non riempiono il cielo a 360° e a qesto si aggiunge l’accoglienza calorosa e la rinomata ottima cucina delle malghe. Una volta raggiunto il passo Castrin si incrocia la strada provinciale che porta alla vicina Val d’Ultimo e poi si imbocca la sterrata chiamata “Neuer Weg” che su terreno altoatesino porta al Passo di Brez per poi scendere al paese di Lauregno e fare ritorno a Rumo.

Consiglio dell'autore

Il sentiero che collega la Malga Kessel al Passo Castrin è un sentiero didattico arricchito da una serie di interessanti tabelle esplicative che spiegano la vita e le tradizioni in alpeggio e a ridosso del confine linguistico tra le province di Trento e Bolzano. Sicuramente vale la pena fermarsi a leggere queste spiegazioni per carpire la particolare zona che si sta attraversando.

outdooractive.com User
Autore
APT Val di Non
Ultimo aggiornamento: 15.11.2018

Difficoltà
media
Tecnica
S1,
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Livello sul mare
1734 m
886 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Possibilitá di ristoro

Malga di Revò
Malga di Cloz

Consigli per la sicurezza

Il sentiero che collega tra loro malghe e Passo Castrin è molto frequentato anche da parte degli escursionisti. Per favore prestare attenzione

Attrezzatura

E‘ meglio affrontare il tour con una mtb dal rapporto agile.

Ulteriori informazioni e link

4Land Carta Escursionistica Nr. 155

Tipo di tracciato: XC (cross country)

Partenza

Marcena di Rumo (960 m)
Coordinate:
Geografico
46.441953 N 11.016902 E
UTM
32T 654923 5145129

Arrivo

Marcena di Rumo

Percorso

Dalla frazione di Marcena si prende la via principale in direzione Corte Inferiore. Qui svoltiamo a nord e raggiungiamo i due villaggi altoatesini Wegele e Stablet, percorrendo la via del passo, in alcuni punti alquanto ripida, prima di raggiungere l’enclave di Proves. Fino agli anni ‘80 del secolo passato il paese poteva essere raggiunto solo da Sud, sul lato trentino. Fu grazie alla costruzione del tunnel di Castrin che si creò un collegamento con la val d’Ultimo. Uno sguardo attento noterà immediatamente le differenze e le tipicità dello stile architettonico e della struttura delle località. Percorriamo una breve discesa, per poi svoltare quasi immediatamente a sinistra sulla strada laterale in direzione Matzlaun, un altro paesino altoatesino, dove molto tempo fa contadini di madrelingua tedesca organizzarono una diaspora nel territorio di lingua italiana (“welsch”) della val di Non. Presso Neuhaus le indicazioni ci invitano a tenere la sinistra e prendere una strada in cemento molto ripida, che sale verso la malga Kesselalm (se si teme che la salita sia troppo ripida si può deviare da Matzlaun, prendendo la strada principale che conduce al Passo Castrin). Inizia una salita alquanto impegnativa attraverso un magnifico bosco di larici. Al km 12.2 si raggiunge finalmente la prima delle numerose malghe aperte, la “Untere Kesselalm”. Ci dirigiamo ora verso Ovest e percorriamo il sentiero per escursionisti che si contraddistingue per i molti cartelli informativi che lo costeggiano, in direzione Malga di Revo e Malga di Cloz. Nonostante appartengano al territorio altoatesino, in estate le due malghe ospitano il bestiame dei contadini trentini. Chi si prende il tempo di leggere le tavole informative, apprende molte nozioni interessanti sulla vita di questo luogo di confine linguistico, culturale e territoriale. Dopo la malga di Cloz la strada consortile digrada verso il tunnel a passo Castrin (km 14,3). Ci dirigiamo verso sud e scendiamo per la strada principale. 200 metri più avanti (non visibile dalla strada!) un sentiero accidentato si sviluppa al di sopra della gola, parallelo alla strada. Per arrivare in cima è necessario spingere la bicicletta a mano lungo la gola. Oppure si può semplicemente evitare questo tratto, infatti dopo 800m la variante più elevata sbocca di nuovo sulla strada. Al km 15, è importante spostarsi sulla parte orientale del Rio Pescara e scendere lungo la forestale denominata "nuova via” in direzione Passo di Brez (km 25,9) Attraversare brevemente la strada del passo e dall’altra parte svoltare sulla forestale successiva in direzione passo di Cloz (proseguendo verso Sud). Mantenersi su questa via fino al “Giovat” (il passo; km 28,3) e svoltare con un angolo acuto nuovamente verso Nord, scendendo verso Lauregno, che si raggiungerà al km 31. Presso la trattoria e il negozio del paese, prendere a sinistra e scendere alla chiesa. Qui, attraversare un parcheggio in direzione “Sentiero dei Masi” (Höfeweg), che conduce verso Schmieden con una ripida discesa. Una volta giunti in basso, alla strada principale, ci ritroviamo nuovamente al confine tra Alto Adige e Trentino. Seguiamo la via principale oltre il fiume Pescara in direzione Mione e poi indietro verso Marcena.

Calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina, a piedi o in bicicletta.

Mappe e cartine consigliate

4Land Cartina Escursionistica nr. 155

Community

 Commenti
 Segnalazioni
Pubblicare
  Indietro
Segna un punto sulla mappa
(Clicca sulla mappa)
oppure
Punto consigliato:
Il punto puó essere spostato direttamente sulla mappa
Cancella X
Modifica
Annulla X
Modifica
modifica il punto sulla mappa
Video
*Campo obbligatorio
Pubblicare
Si prega di inserire un titolo
Prego inserisci una descrizione.
Difficoltà
S1 media
Lunghezza
36,7 km
Durata
5:00 h.
Salita
1270 m
Discesa
1270 m
Itinerario circolare Ristori lungo il percorso Culturale / storico

Meteo Oggi

Statistica

: ore
 km
 m
 m
Punto più alto
 m
Punto più basso
 m
Mostra il profilo altimetrico Nascondi il profilo altimetrico
Sposta le frecce a sinistra e a destra per cambiare il ritaglio visualizzato.